Chi siamo

La mia famiglia è proprietaria di questo Palazzo da quattro generazioni.
Io rappresento la terza di queste generazioni ed il mio ultimo figlio è nato qui. La campana maestra del paese è stata dedicata a S. Francesco e porta inciso il nome della nostra famiglia e quello del parroco.
Il palazzo è per me “la casa”, le origini, il centro degli affetti, il teatro degli eventi lieti e dolorosi delle nostre vite.
Non riesco neppure ad immaginare di non vivere più all’interno di questa dimora.
Abitare in un palazzo antico vuol dire crescere respirando la storia e navigare nei luoghi dove i precedenti abitanti hanno vissuto le loro emozioni, che restano tangibili nell’aria.
Questo luogo di importanti passioni e di accese battaglie ci protegge e ci avvolge.
Uomini importanti hanno vissuto qui ed è come se a distanza di secoli infondessero ancora il loro spirito a chi abita queste stanze.
Palazzo Podestarile, centro di Giustizia e di Reggenza, da qui si amministravano gli equilibri politici ed economici dalla Valtiberina al Valdarno.
Emblematica, infatti, è la raffigurazione del S.Giovanni Apostolo e del S.Giovanni Evangelista ai lati della Vergine nell’affresco della Sala delle Udienze.
Un tesoro è tale se può essere condiviso con il mio prossimo, per questo è nato il progetto di creare una Residenza d’Epoca diversa da ogni altra mai concepita.
Gli antichi fasti e la tradizionale ospitalità si sposano con una serie di Percorsi di Emozioni per cui le persone che andranno ad abitare questa dimora, vivranno momenti irripetibili ed indimenticabili.
Per garantire a tutti voi le nostre tradizioni di famiglia ci sarò sempre io ad accogliervi con il nostro calore e la nostra simpatia. Dopo una lunga ricerca ho trovato le persone che saranno per me e per voi i nostri angeli custodi, dolci creature che vi accoglieranno viziandovi e coccolandovi rendendo ogni permanenza unica ed originale.

Click qui per scaricare la “Immagini di Palazzo Tarlati” (PDF)
Click qui
per scaricare “Lettera agli ospiti di Palazzo Tarlati” (PDF)


Maurizio Sabatini